MONITORAGGIO DEL SUOLO

La degradazione del suolo è un processo lento determinato da cause sia naturali che umane. L'identificazione del processo nelle prime fasi fornisce agli amministratori locali sufficiente tempo per implementare politiche efficaci. La Sicilia, isola più grande del Mediterraneo, è fra le aree a maggior rischio di degradazione del suolo in Europa. I principali processi di degradazione in Sicilia sono le frane e l'erosione idrica, il declino della sostanza organica, la salinizzazione e l'inaridimento.


IL SUOLO E' VITA

La degradazione del suolo ha un impatto diretto sulla qualità dell'acqua e dell'aria. Il declino della fertilità del suolo, del contenuto di carbonio organico e della biodiversità; la diminuzione della capacità di ritenuta idrica; l'alterazione dei cicli dei nutrienti ed altri elementi gassosi; la contaminazione e la ridotta capacità protettiva verso i contaminanti sono fra i principali risultati del processo di degradazione del suolo. Dobbiamo proteggere il suolo per la nostra vita e per quella delle generazioni future!


PROTEZIONE DEL SUOLO

Il Peloponneso è estremamente suscettibile alla degradazione del suolo a causa di sfavorevoli condizioni naturali, e per interventi umani inappropriati  come la deforestazione estensiva, gli incendi e la coltivazione intensa dei terreni in pendenza. Per le due regioni la protezione del suolo è un'importante problema ambientale. Il sito del progetto è dotato di un Sistema di Monitoraggio del Suolo, cioè uno strumento web-GIS, che permette alle autorità locali di identificare le aree a rischio e monitorare le misure di protezione applicate.

LIFE08 ENV/IT/000428 - Centro Nazionale di Cartografia Pedologica - P.zza D'Azeglio 30 - 50139 Firenze - ITALY - Credits